Storia

Attenzione: Pagina in costruzione


Cresciuto nell'entroterra australiano alla fine degli anni ‘70, il fondatore e principale sviluppatore di Moodle, Martin Dougiamas, ha frequentato le lezioni della School of the Air dove ha potuto acquisire fin dalla giovane età una visione d'insieme sull'apprendimento a distanza.

Da adulto ha dapprima lavorato quindi studiato alla Curtin University, dove la sua esperienza con la WebCT (piattaforma di apprendimento a distanza) lo ha spinto ad indagare su un metodo alternativo di insegnamento online. Nel 1999 ha iniziato la sperimentazione dei primi prototipi di un nuovo LMS - Learning Management System, le cui esperienze hanno costituito la base per il suo articolo (EN) Improving the Effectiveness of online Learning. Ha registrato la parola 'Moodle' come marchio di (EN) Moodle Pty Ltd e ha spiegato la scelta del nome in un (EN) intervento sul forum di Moodle.org qualche anno più tardi.

La ricerca è continuata: il primo sito Moodle di sempre è stato quello di (EN) Peter Taylor alla Curtin University, mentre Martin ha realizzato il (EN) primo post sul sito (EN) Moodle.com nel novembre 2001. La coppia ha pubblicato (EN) 'An Interpretive analysis of an internet based course constructed using a new courseware tool called Moodle'.

Prima della fine del 2001, Moodle poteva essere scaricato tramite CVS (Git è arrivato nel 2010 sostituendo CVS nel 2013) e la documentazione di installazione di base era disponibile. Si trattava ancora della visione di un solo uomo. Martin impostò il (EN) Tracker nel Maggio 2002 'così potete vedere ciò su cui sto lavorando'.

(EN) Moodle 1.0 è stato rilasciato nell’agosto 2002. Gli utenti discutevano su Moodle in un nuovo forum, lo traducevano in diverse lingue e creavano nuovi temi. Un anno dopo è stato rilasciato il primo modulo collaborativo, il Workshop. Moodle.org è diventato il cuore della comunità di Moodle, mentre (EN) Moodle.com rappresenta l'aspetto commerciale.

Moodle è cresciuto rapidamente: il primo (EN) MoodleMoot si è tenuto a Oxford nel 2004 e le aziende hanno iniziato a candidarsi per diventare (EN) Moodle Partner. Il 2005 ha visto il trasferimento di Martin e altri 4 in (EN) locali dedicati; al momento il quartier generale - (EN) Moodle HQ - è situato in Richardson St. West Perth (Australia) e ospita 16 sviluppatori, mentre 11 lavorano in remoto. Al (EN) MoodleMoot del 2005 a Las Palmas de Gran Canaria, il mojito si è affermato dapprima come drink non ufficiale - e successivamente ufficiale - del (EN) MoodleMoot. Consultare l'intervento nel Moodle blog: (EN) Moodle Mojitos History

Con una migliore documentazione e una nuova certificazione, Moodle si è affermato dal 2007 come leader e pluripremiato LMS open source (EN) LMS open source. Dai 1000 siti registrati nel 2004, è arrivato a mezzo milione di utenti nel 2008 e a oltre un milione di utenti nel 2010, con oltre 50 (EN) Moodle Partner. Il suo repository di traduzione AMOS conteneva oltre 100 lingue. Il tanto atteso (EN) Moodle 2.0 è uscito nel novembre 2010; rilasci regolari portano funzioni avanzate ogni sei mesi. L’obiettivo attuale è posto sulla tecnologia mobile: una (EN) app ufficiale HTML5 è stata rilasciata nel 2013 e Moodle include un tema personalizzabile adatto a tutte le dimensioni dello schermo.

L'inaugurazione della (EN) Moodle Research Library nel 2012 è servita a ricordare che, per quanto la tecnologia possa essere avanzata, il design e lo sviluppo di Moodle sono guidati dalla pedagogia socio-costruttivista. Nel settembre 2013, il Moodle MOOC ufficiale, (EN) Learn Moodle, ha presentato le funzioni di base di Moodle a oltre 9000 partecipanti. Gli educatori di tutto il mondo sono stati invitati a condividere le loro esperienze, proprio come fece Martin più di un decennio fa. I MOOC sono stati ripetuti nel mese di gennaio 2015 e ora si svolgono regolarmente, a cadenza semestrale.

Nel luglio 2015, accanto a una riprogettazione importante di (EN) Moodle.com, è stata annunciata una nuova iniziativa: MoodleCloud che offre gratuitamente un servizio di hosting gestito dalla sede centrale.

Nel corso del 2016, Moodle HQ ha lavorato al miglioramento della User eXperience (UX) di Moodle formando il primo team UX e rilasciando un nuovo tema predefinito: Boost.

Nel 2017 (EN) le statistiche su Moodle.net hanno indicato la presenza di oltre 100 milioni di utenti registrati su Moodle. Nel corso del 2017 sono stati sviluppati numerosi progetti, tra cui:

  • Lavorare su una soluzione open source, integrandola, per l'analisi dei dati di apprendimento - (EN) Project Inspire
  • Diffondere eventi (EN) MoodleMoot in molti altri paesi di tutto il mondo
  • Costituire il primo (EN) Education team
  • Riaffermare la (EN) missione di Moodle di potenziare gli educatori per migliorare il nostro mondo
  • Rilasciare (EN) Moodle Desktop

Alla fine del 2017, Moodle ha ricevuto un significativo (EN) investimento 'informale'che ha alimentato la crescita e l'innovazione. Il viaggio con la comunità, i partner e la globalità degli utenti sarà entusiasmante, come Martin ha condiviso nella sua presentazione del (EN) MoodleMoot Australia 2017.